Dall’Australia la nuova straniera di AndrosBasket: ecco Jacinta Vandenberg

25 giugno 2018

Jacinta-Vandenberg

Nuova straniera per AndrosBasket: dall’Australia arriva la lunga Jacinta Vandenberg, giocatrice nativa di Melbourne in possesso del passaporto olandese.
Un colpo con cui la società palermitana punta a rinforzarsi sostanzialmente sotto canestro, forte di una stazza di 1.96 che rende Vandenberg la giocatrice più alta attualmente nella categoria. Ancora una volta una matricola per il nostro campionato, nel segno della strategia di AndrosBasket che dall’arrivo in A2 ha sempre svolto un lavoro di attenta osservazione sui campionato esteri, portando ogni stagione nuovi talenti stranieri in Italia. La storia di Vandenberg è quella di una giramondo di grande valore, che solo per una serie di casualità recentemente è un po’ “uscita dai radar”: cresciuta in Australia, dopo le prime esperienze con i Dandenong Rangers sbarca negli USA all’università di Fresno State. Due anni coi “Bulldogs”, poi il trasferimento alla prestigiosa università di Oregon: dopo un anno di redshirt (in NCAA la regola impone lo stop di una stagione dopo aver cambiato college), per lei due stagioni coi “Ducks” nella competitiva Pac-12 Conference. Nella prima è nel quintetto base di una squadra che arriva alle Final Four al prestigioso torneo NIT (6.2 punti, 5.5 rimbalzi), nella seconda è parte della rotazione di una favolosa Oregon, che si ferma a una partita dalle Final Four NCAA, sconfitta dalla corazzata Connecticut. Terminato il college, Vandenberg firma con Wasserburg, squadra tedesca di Eurocup: al termine della prestagione, in ottobre, torna in Australia per motivi personali, riprendendo a giocare in aprile coi Nunawading Spectres.
Con gli Spectres, Jacinta sta disputando una buona stagione: stabilmente in quintetto nonostante il lungo stop, per ora contribuisce alla causa con 6.5 punti e 6.6 rimbalzi in poco più di 20′ d’impiego per la seconda forza del campionato. Il torneo terminerà coi Playoff a fine luglio, AndrosBasket le farà terminare la stagione australiana, con lungimiranza le concederà un po’ di riposo e accoglierà la giocatrice nei primi giorni di settembre.
Al di là di numeri e curriculum, l’aspetto tecnico è fondamentale. Jacinta non è solo stazza, ma è un profilo molto interessante anche per caratteristiche: dai filmati l’impressione è di vedere una giocatrice dal grande QI cestistico, altruista, buona passatrice, discreta tecnica di base (mano destra e sinistra, un solido jumper dai 4-5 metri). Anche se la stazza non gioca a favore della mobilità, l’esperienza negli USA ha favorito il lavoro sulla sua condizione e la lunga corre discretamente il campo, con buona resistenza fisica. Negli anni al college, ha conseguito un diploma in Criminologia e un master in Risoluzione di dispute e conflitti. La nuova arrivata ha dichiarato in proposito: «Quello del college è stato un periodo splendido, mi aiutato a crescere e maturare. Sono stata fortunata nel disputare le “Elite 8” nel mio anno da senior, un’esperienza indimenticabile. Durante l’esperienza – spiega – ho potuto migliorarmi su forza e atletismo, sulla mia leadership e sulla comprensione del gioco e applicarla in campo». Dopo il college, training camp in Germania e uno stop di qualche mese da cui recuperare: «All’inizio ho avuto qualche problema fisico e ritornare al ritmo partita è stato un processo più lungo di quanto volessi. Ora sento finalmente di esserci arrivata, di poter giocare come serve alla mia squadra. La prossima sarà la mia prima vera esperienza in Europa, sono incredibilmente carica, mi aspetto una competizione divertente e allo stesso tempo una sfida. Mi piacerebbe anche vincere il campionato e ottenere la promozione!».
Parole importanti per una giocatrice che si lancia in un’avventura nuova: «Non so molto di Palermo, so che si mangia bene e che è bellissima, ho cercato qualcosa su Internet e mi sembra fantastica! So anche che la squadra è molto buona, – ha detto, passando al basket – sono molto contenta di arrivare a Palermo e scendere in campo con un gruppo di ragazze così talentuoso. Non vedo l’ora di conoscere la comunità e i suoi splendidi tifosi».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Costanza Verona in A1 al Geas Sesto San Giovanni

24 giugno 2018

cverona italia

Come già comunicato dalla società Geas Sesto San Giovanni, AndrosBasket Palermo rende noto che la prossima stagione la sua cestista Costanza Verona giocherà con la squadra lombarda.
Per Costanza (play, classe ’99) un’altra annata nella massima serie quindi, dopo le esperienze a Battipaglia e Torino. Nella stagione 2017/2018, con la squadra del capoluogo piemontese, ha disputato 23 partite a 3.7 punti di media e 1.9 rimbalzi: contestualmente, ha giocato il campionato Under 20 con Moncalieri finendo il suo percorso soltanto alle Final Eight di categoria. Terminata la stagione a Torino, Costanza è stata anche una preziosa risorsa per la sua squadra d’origine, tornando a Palermo e, pur impossibilitata a prendere parte all’attività in campionato per le regole di tesseramento, sostenendo diversi allenamenti col gruppo dell’A2.
Dopo l’estate che riserverà diversi impegni con la nazionale azzurra, “Cocca” raggiungerà Sesto San Giovanni per una nuova avventura: la società augura al Geas un buon ritorno in A1, rallegrandosi per l’intesa raggiunta. A Costanza, come sempre, va il nostro in bocca al lupo per il suo processo di crescita e per le nuove sfide che presenterà la prossima stagione sportiva.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Grande ritorno in casa AndrosBasket, ecco Giulia Manzotti

20 giugno 2018

GiuliaManzotti

Grande ritorno in casa AndrosBasket, Giulia Manzotti di nuovo a Palermo, dopo due stagioni giocate con la maglia della blasonata Cestistica Azzurra Orvieto.
La società del presidente Allegra riabbraccia una giocatrice tra le protagoniste della scalata sino alla Serie A2. L’esterna ostiense, classe 1993, dopo le esperienze a Pomezia, Roma, Bergamo, Viterbo e La Spezia ha disputato due campionati nel capoluogo siciliano, la Serie A3 nella stagione 2014/2015 (10.9 punti e 5.2 rimbalzi di media) e l’A2 in quella 2015/2016 (9.4 punti e 3.8 rimbalzi), ottenendo una promozione, una semifinale di Coppa Italia di A3 e una partecipazione ai Playoff col gruppo siciliano. Un’esperienza intensa, interrotta nel 2016 col passaggio a Orvieto: nella prima stagione campionato da 10.4 punti di media con la soddisfazione della qualificazione alla Coppa Italia di A2. Poi un grave infortunio, una lunghissima fase di recupero e finalmente il ritorno in campo, nel marzo di quest’anno: è lei a dare una spinta in più alla compagine umbra, riportandola stabilmente in zona Playoff grazie al rendimento nelle ultime 10 partite della stagione. 11.3 punti, 5.2 rimbalzi e 42% da tre, un dato notevole dopo undici mesi di assenza dai campi.
Manzotti è una giocatrice “3-and-D”: pericolosissima da dietro l’arco, versatile e volenterosa in difesa. Ma non solo, sa creare dal palleggio e giocare più ruoli, dando un ampio ventaglio di soluzioni tattiche. Torna a Palermo una ragazza sicuramente motivata, che nella sua esperienza in Sicilia si è fatta apprezzare e stimare da tutti non solo dal punto di vista tecnico ma anche umano. Dalle parole di Giulia traspare tutta  la passione per questo sport, specie quando si parla di quel maledetto infortunio che l’ha tenuta per undici mesi lontana dal campionato: «Quel momento difficile ormai è superato, ma non è stato per niente facile e ho dovuto ricorrere a tutta la mia determinazione. Sono rientrata con tanta voglia, sono consapevole che dovrò ancora lavorare molto ma sono davvero contenta di poterlo fare. – ha detto, parlando poi del ritorno a Palermo – La squadra che ho lasciato due stagioni fa era una realtà in crescita, che aveva bisogno di stimoli e traguardi nuovi, che ha cambiato guide tecniche anche durante l’anno ma che aveva voglia di fare bene. Mi aspetto di trovare un ambiente abbastanza nuovo, un pubblico presente e attivo sugli spalti, una formazione affiatata e di certo un allenatore che di cose da insegnare ne ha un bel po’». Tante motivazioni, per migliorare quanto fatto per la città siciliana: «La mia voglia di tornare è spinta dal fatto che l’ultimo anno che sono stata a Palermo secondo me non è andato benissimo, ho voglia di aiutare a dare un’impronta positiva a questa terra e a questa squadra alla quale sono alquanto affezionata, in più personalmente ho un annetto e passa di “gioie” da recuperare». L’ultima parola, anche per lei, sulla nuova Serie A2, una competizione avvincente ed equilibrata: «Credo che sarà un campionato tosto, con tante buone avversarie. Proveremo a fare il meglio possibile».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

 

Rinforzo in regia per AndrosBasket, arriva Rosa Cupido

18 giugno 2018

Rosa-Cupido

Arriva la play in casa AndrosBasket, il primo colpo di mercato è Rosa Cupido, al ritorno in A2 dopo la stagione disputata nella massima serie con la Meccanica Nova Vigarano.
La giocatrice di Pompei, classe 1992, ha alle spalle un ricco curriculum di esperienze: dopo gli anni iniziali tra le senior a Napoli con 118 presenze in sette stagioni di campionati nazionali, ha disputato la prima annata di A1 nel 2014/2015 sempre con Vigarano, collezionando 25 presenze a 5 punti di media. Nel 2015/2016 per Rosa una stagione molto interessante in A2 ad Ariano Irpino, risultando tra le migliori della formazione campana e della categoria: 13.7 punti, 3 recuperi e 2.5 assist di media. L’anno dopo è a Ferrara, dove gioca con l’attuale ala dell’AndrosBasket Liliana Miccio e mette a segno 9.7 punti in 31 presenze, con 4.3 rimbalzi, di nuovo 3 recuperi e 2.5 assist di media: Cupido è tra le protagoniste anche in Coppa Italia, nella vittoria a sorpresa della formazione estense ai quarti contro il Geas. La stagione 2017/2018 è quella del ritorno a Vigarano: il minutaggio cresce durante la stagione, specie durante i Playout (in cui va per due volte in doppia cifra). Alla fine chiude con 28 presenze, 3.8 punti, 3 rimbalzi e ancora un solido dato di 3 assist a partita: un contributo prezioso nella salvezza raggiunta da Vigarano sul filo di lana.
Giocatrice di grande aggressività in attacco e difesa, abile nel pick and roll e ricca di soluzioni offensive, Cupido è un tassello importante in cabina di regia per AndrosBasket. Un innesto fortemente voluto e cercato con grande sforzo della società nella persona del presidente Allegra e di tutto lo staff tecnico-dirigenziale. E a proposito dello staff, la giocatrice campana specifica così la scelta di Palermo: «Qualche settimana fa ho avuto modo di chiacchierare con Santino Coppa, che mi ha parlato del progetto e degli obiettivi della squadra e devo dire che mi hanno subito entusiasmata, ma una delle motivazioni importanti che mi hanno spinta a sposare il progetto è proprio la presenza di un coach del suo calibro», esordisce la play, che parlando di aspettative verso la prossima stagione aggiunge: «Quelle personali sono di migliorare e cercare di apprendere il massimo sia dal coach che dalle mie compagne di squadra, per quanto riguarda le aspettative di squadra speriamo di fare il meglio possibile, ovviamente da buona napoletana non mi sbilancio per scaramanzia. La prossima Serie A2?  Sarà un campionato ad alto livello e molto equilibrato, senza grandi gap tra le squadre».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket, poker di certezze: Coppa, Miccio, Russo e Verona confermati

14 giugno 2018

35026547_10216022094886039_3004151678761959424_n

La nuova stagione di AndrosBasket comincia con un poker di conferme tra campo e panchina: rimangono a Palermo il coach Santino Coppa e le giocatrici Liliana Miccio, Francesca Russo e Marta Verona.
Una manovra fortemente auspicata dalla società nell’ambito di un progetto ambizioso, frutto di grandi sforzi per mantenere un nucleo molto richiesto in ambito di mercato. La figura di coach Santino Coppa è sicuramente centrale nei piani per la stagione 2018/2019: arrivato a dicembre, l’allenatore 67enne col ricco palmarès da due scudetti, una Coppa Campioni e una Coppa Italia all’attivo ha aggiunto un’altra piccola gemma nella sua carriera, portando la società alla semifinale di Coppa Italia e al miglior piazzamento dopo 26 anni in campionato (secondo posto) grazie a un record di 18 vinte e 5 perse.
Altro tassello fondamentale nello scacchiere di AndrosBasket è sicuramente Liliana Miccio, ala piccola classe ’89 da Cava de’ Tirreni, che tornerà la prossima stagione dopo un 2017/2018 in cui ha messo a segno 16.9 punti a gara (career high in A2), col 38% da tre, 3.5 rimbalzi e 2.4 assist. Con la gemme di una delle prestazioni più epiche della scorsa stagione del basket femminile italiano, i 44 punti nei quarti di finale contro Costa Masnaga.
Con lei, a difendere i colori palermitani, ci sarà Francesca Russo, esterna classe ’96 di Tarquinia che la scorsa stagione ha fatto un passo importante per la completa maturazione, 12.9 punti di media con 4.1 rimbalzi e due career high personali per falli subiti (4.9) e assist (3.3). Il tutto giocando in un ruolo, quello di play, che non è quello naturale, mostrando grande spirito di adattamento e sacrificio per la squadra.
A fare da collante e da capitano nel gruppo ci sarà, infine, Marta Verona: palermitana, classe ’94, nella scorsa stagione Marta ha continuato a progredire e grazie al suo rendimento e alla sua leadership è stata premiata col “Premio Donia” come miglior atleta senior siciliana. Il suo rendimento stagionale, con la parentesi della Coppa Italia, ha finalmente dato alla capitana una ribalta nazionale aumentando la sua considerazione presso tutti gli addetti ai lavori.
Un quartetto di conferme importanti per AndrosBasket, che da questo nucleo ripartirà in vista della prossima stagione. Il presidente, Prof. Adolfo Allegra, figura chiave nel convincere il quartetto nello sposare il progetto in passato e anche per questa stagione, commenta così la chiusura delle trattative: «Ripartiamo da un nucleo coeso (coach Coppa, Miccio, Russo e Verona) e intorno a questo costruiremo una squadra forte che abbia una “panchina lunga”. Puntiamo ad avere una rosa di dodici atlete di cui otto/nove di provata esperienza e tre/quattro giovani del nostro vivaio. Stiamo lavorando per un’AndrosBasket grandemente competitiva. Non facciamo programmi altisonanti ma certamente continueremo a lavorare con serietà e impegno, coltivando una speranza…».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Giochi delle Isole 2018, doppietta siciliana nel basket!

26 maggio 2018

ScreenHunter_340 May. 26 13.10

Bilancio positivo per la selezione siciliana impegnata a Catania nell’edizione 2018 dei “Giochi delle Isole”: una medaglia d’oro e una d’argento per le due squadre femminili impegnate.
Le due selezioni “di casa” hanno dominato il torneo mostrando ancora volta la grande crescita del movimento da un punto di vista tecnico. Segno di un buon lavoro di tutte le società coinvolte e, all’interno dell’evento, dello staff tecnico guidato da Humberto Manzo. Le gare di basket nell’inedita disciplina 3×3, disputate dal 23 maggio sino a stamattina al PalaCus di Catania, hanno premiato nella categoria femminile le seguenti due squadre: medaglia d’oro per il team composto dalle pattesi Claudia Coppolino, Rosaria Sciammetta e Giulia Merrina e da Marta Tumminelli di AndrosBasket; medaglia d’argento invece per la squadra composta da Alice Caliò, Carla Mallo e dalle due giovani AndrosBasket Alessia Malara e Klara Gioè.
Da parte della società i più sinceri complimenti all’intera spedizione siciliana ai Giochi!

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Gioè, Malara e Tumminelli convocate per i Giochi delle Isole 2018

19 maggio 2018

logoweb

Marta Tumminelli, Alessia Malara e Klara Gioè di AndrosBasket rappresenteranno la Sicilia ai Giochi delle Isole 2018, che si svolgeranno dal 22 al 27 maggio a Catania.
La disciplina della pallacanestro prevede tre giorni di gare, 24-25-26 maggio, presso il PalaCus di Catania. Sarà un’edizione molto particolare, in cui il torneo di basket verrà disputato con le regole del 3vs3 e tornerà dopo l’assenza del 2017 in Martinica. La rappresentativa siciliana, che difende il titolo conquistato nel 2016, presenterà due squadre e giocherà contro Corsica e Martinica.
Negli organici della formazione siciliana presente anche una forte componente di Alma Basket Patti, società satellite AndrosBasket, con Rosaria Sciammetta, Claudia Coppolino e Giulia Merrina, giocatrici di formazione pattese. Ricordiamo che Alessia Malara e Marta Tumminelli hanno disputato la stagione Under 16 e B Regionale con Alma, con buoni risultati tra l’altro, in base agli accordi stagionali tra le due società, ma sono a tutti gli effetti del vivaio AndrosBasket.
La prima formazione isolana sarà formata da Sciammetta, Merrina, Coppolino e Tumminelli; il secondo quartetto da Malara, Gioè e dall’aggiunta di Carla Mallo (Virtus Eirene Ragusa) e Alice Caliò (Nuova Trogylos Priolo). Allenatore della spedizione Humberto Manzo, accompagnatore Mario Daniele Litrico.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao