AndrosBasket, che impresa a Faenza: vittoria con grande personalità

FaenzaAndrosresult

AndrosBasket vince, soffre, è più forte delle avversità: al conto delle imprese di quest’anno da aggiungere sicuramente il 58-60 sull’Infinity Bio Faenza, in una partita che si era messa davvero in salita.
Le palermitane si presentano alla partita quasi al completo, grazie a un lavoro di dosaggio delle forze e della condizione in settimana. Buon approccio alla partita delle palermitane che fanno 0-6 coi canestri di Cupido e Vandenberg e i liberi di Verona, Faenza risponde con Ballardini che è autrice dei primi dieci punti della sua squadra. Palermo chiude il quarto con un parziale di 0-7 a favore grazie a cinque punti di fila di Manzotti e un canestro a tempo scaduto di Cupido, 10-18.
Il secondo quarto vede Faenza riavvicinarsi con la tripla di Policari e una quantità industriale di tiri liberi da un arbitraggio casalingo. Tra le perle, in ordine sparso, un fallo di Vandenberg con Ballardini che le va letteralmente addosso in palleggio solo per cercare il fallo (giocata d’esperienza, marchio di casa su cui, purtroppo, arbitri e occhi inesperti possono cadere), il successivo tecnico all’australiana che porta il conto della lunga a quattro falli, tecnico alla panchina, il successivo fallo a rimbalzo+tecnico a Verona che porta il capitano a tre falli. Non si discute il singolo episodio, ma il metro generale e la direzione, in quella sequenza totalmente insufficiente e condizionante per tutto il resto della partita. Complesso anche solo pensare di giocarsela, onestamente, con entrambe le lunghe limitate da falli, contro la formazione con la batteria lunghe forse migliore del girone: ma il punteggio in qualche modo rimane in equilibrio, 31-30 all’intervallo.
Quando si torna a giocare, la reazione della formazione siciliane è di grandissima personalità: Russo sorpassa, Manzotti ne mette cinque di fila, Russo e Cupido completano uno 0-11 per il 31-41. Faenza risponde con due triple di Franceschelli e un bel canestro di Morsiani per portarsi sul -2, una tripla di Manzotti respinge le faentine. Palermo rimane sempre in vantaggio nel terzo quarto, presentandosi sul 48-53 a dieci minuti dal termine.
Palermo arriva dunque all’ultimo periodo sopravvivendo, grazie anche ad alcune apparizioni dalla panchina (Caliò e Cutrupi, a prescindere dalle imprecisioni o dai singoli errori, a cui porre rimedio, in 8’ in due danno comunque un buon apporto alla causa). E allunga ancora con Cupido in evidenza, quattro punti di fila per il +9. Faenza però non molla e rientra con Ballardini e Schwienbacher sul -1. Subito Miccio mette la sua unica tripla della partita, pesantissima, per il +4. Il resto è tutto grande difesa di Palermo che sul 58-60 rischia ma non molla e vince: l’ultimo tiro di Policari si spegne sul ferro e con esso le speranze di Faenza. Le siciliane volano così a +4 sulle romagnole, con anche lo scontro diretto a favore.
Una vittoria che rende orgogliosi anche per quanto visto. Si sono viste delle ragazze concentrate, determinate, forti a prescindere dai fischi contro, che a un certo punto della partita si sono rivelati il palese frutto dell’inadeguatezza del duo arbitrale a gestire la partita nel contesto odierno. L’errore umano è una componente del gioco e anche quello arbitrale, per chi vive la partita meglio spendere energie per superarlo che rimuginare sui fischi che si potevano avere a favore o contro. Applausi all’attitudine di questo gruppo.
All’interno della partita segnaliamo infine il nuovo appuntamento per la campagna d’informazione “Stavolta Voto”, che vede le nostre ragazze come vere e proprie testimonial in vista delle Elezioni Europee 2019. Le squadre hanno indossato, durante il riscaldamento, i sopramaglia della campagna e come al solito l’intero gruppo è stato protagonista “in viaggio” per promuovere l’iniziativa.

InfinityBio Faenza-AndrosBasket Palermo 58-60
AndrosBasket Palermo – Cupido 19 (4/4, 6/10, 1/4), Russo 6 (2/2, 2/6, 0/4), Miccio 7 (2/5, 1/5), Verona 9 (3/5, 3/6), Vandenberg 4 (2/2, 1/2); Cutrupi (0/2, 0/1), Manzotti 15 (3/4, 3/9), Caliò, Cappelli ne, Casiglia ne. All. Coppa, Vice: Giordano.
(T2: 17/35, T3: 5/23, Rimbalzi: 29, Recuperi: 1, Perse: 11, Assist: 1)

InfinityBio Faenza Schwienbacher 4 (2/2, 1/4, 0/4), Franceschelli 10 (2/2, 1/2, 2/6), Ballardini 17 (5/9, 4/8), Morsiani 18 (4/5, 7/18), Preskienyte (0/5); Policari 3 (0/3, 1/6), Soglia 4 (2/2, 1/3), Meschi (0/1), Caccoli 2 (1/2), Franceschini, Minguzzi ne, Bornazzini ne. All. Bassi, Vice: Bedeschi.
(T2: 11/32, T3: 7/30, Rimbalzi: 44, Recuperi: 5, Perse: 14, Assist: 11)

Arbitri –  Alessandro Soavi di Cagli (PU) e Nicolò Bertuccioli di Pesaro.

NOTE
Parziali: 10-18, 21-12 (31-30), 17-23 (48-53), 10-7 (58-60).
Falli: AndrosBasket 18 – Faenza 18. Tiri liberi: AndrosBasket 11/13 – Faenza 15/20.
Top statistiche AndrosBasket: Rimbalzi Russo/Vandenberg 5, Falli subiti Verona/Cupido 5, Plus/Minus Verona +5.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Questo post è stato visto 197 volte

Lascia un Commento