Un’AndrosBasket decimata cede di misura a Faenza

10 novembre 2018

PalermoFaenza

Al termine di una partita molto combattuta e avvincente, AndrosBasket cede all’Infinity Bio Faenza col punteggio di 48-49: decisivo un canestro da campionessa di Simona Ballardini nel finale.
Una partita che le palermitane interpretano con spirito guerriero e grande grinta. Alla palla a due, è noto, per Palermo sono indisponibili Novati (rottura del legamento crociato), Cutrupi (mano) e le due under Casiglia e Cappelli (problemi muscolari per entrambe). Organico ridotto all’osso, con appena due lunghe su quattro disponibili, tra l’altro. A referto, e questa è una nota positiva, c’è anche l’under Klara Gioè, prima convocazione con la prima squadra. Di fatto però le rotazioni per AndrosBasket sono ridotte di due unità, e tra le sei anche Verona stringe i denti, alle prese con fastidi alla schiena che l’hanno bloccata per tutta la settimana. Insomma, un Lazzaretto: e queste condizioni, contro una squadra forte, grossa e più lunga, alla fine si pagano.
Per tre quarti la partita sembra tutt’altro che decisa, nonostante Faenza parta decisamente favorita (ruolo inverso rispetto allo scorso maggio, vedi gli scherzi del destino). Poi alle palermitane mancano le energie fisiche e soprattutto nervose per riuscire a vincere nel finale. AndrosBasket parte 0-6 per effetto di due triple ospiti, poi inizia una lenta risalita coi punti di Russo, Miccio e Vandenberg, 15 pari a fine primo quarto.
Faenza è un osso duro, la fisicità di Soglia sotto si fa sentire specie quando AndrosBasket, per ovvi motivi, è costretta ad abbassare il quintetto e Morsiani è un atipica che fa sempre malissimo da fuori. Ospiti sul +8, accorciano Russo e poi una tripla con un pizzico di fortuna di Cupido: 26-31 all’intervallo.
Il terzo quarto è un capolavoro difensivo della squadra di coach Coppa, che concede appena 4 punti con una zona aggressiva e “sul pezzo”: cinque gladiatrici in campo e veramente uno spirito che ricorda quello delle battaglie della scorsa stagione. Russo è letale vicino al canestro e anche il capitano Verona suona i primi squilli di tromba: due punti di Vandenberg chiudono il parziale sul 42-35.
Un ottimo acuto di AndrosBasket che regge a ritmi indiavolati: nel finale però diventa tutto più difficile. Meno lucidità nelle scelte, difficoltà a battere le avversarie in uno contro uno, circolazione che diventa più complessa: la fatica comincia a farsi sentire. Nel finale succede un po’ di tutto, compreso un clamoroso errore di valutazione arbitri-tavolo con il possesso alternato che viene assegnato per sbaglio a Faenza, ma la partita viene giocata in campo, dalle giocatrici, e lì emerge la classe di Simona Ballardini: dopo un canestro di Francesca Russo incredibile per il +1 AndrosBasket, dall’altra parte l’ala faentina segna in precario equilibrio in un canestro che ricorda molto il game-winner contro Alpo della scorsa stagione (cambia il lato, il risultato è uguale). Faenza fa un ottimo lavoro spendendo i falli rimasti nella sua metà campo e la preghiera di Miccio non va a segno: 48-49 il punteggio finale.
In fase d’analisi, abbastanza evidente il calo di energie fisiche e nervose per AndrosBasket nel finale e forse anche il gap sottocanestro (assenze nel reparto lunghe molto pesante, il 27-45 a rimbalzo dice tutto…lucidità ed energia venute meno nel finale), ma con i se e con i ma si fa poco, ciò che restano sono i due punti finali. Va però fatto un applauso alla formazione palermitana per lo sforzo profuso nel giocare in queste condizioni contro una squadra di ottimo livello, tra le candidate alla vittoria finale: “Non può piovere per sempre”, diceva una frase celebre, se lo spirito è questo quando finirà la piena della sfortuna forse si può costruire qualcosa di buono.

AndrosBasket Palermo-Infinity Bio Faenza 48-49
AndrosBasket Palermo –  Cupido 7 (2/7, 1/3), Russo 13 (3/4, 5/7, 0/2), Miccio 10 (5/12, 0/3), Verona 6 (3/12), Vandenberg 12 (6/9); Manzotti (0/3, 0/1), Tumminelli ne, Cappelli ne, Caliò ne, Salamone ne, Gioè ne. All. Coppa, Vice: Giordano, Gemelli.
(T2: 21/50, T3: 1/9, Rimbalzi: 27, Recuperi: 5, Perse: 9, Assist: 15)

Infinity Bio Faenza Schwienbacher 5 (1/2, 2/7, 0/2), Franceschelli 7 (2/5, 1/6), Ballardini 11 (2/2, 3/4, 1/7), Morsiani 10 (1/2, 3/9, 1/2), Preskienyte 7 (0/1, 2/4, 1/1); Soglia 9 (3/4, 3/5), Zanetti (0/2), Meschi (0/1, 0/1), Franceschini (0/1), Caccoli ne. All. Bassi.
(T2: 15/37, T3: 4/20, Rimbalzi: 45, Recuperi: 2, Perse: 17, Assist: 11)

Arbitri – Giorgio Silvestri di Roma e Antonio Giunta di Ragusa.

NOTE
Parziali: 15-15, 11-16 (26-31), 17-4 (42-35), 7-14 (48-49).
Falli: AndrosBasket 11 – Faenza 12. Tiri liberi: AndrosBasket 8/14 – Faenza 7/11
Top statistiche AndrosBasket: Rimbalzi Vandenberg 9, Falli subiti Vandenberg 4, Assist Cupido 7, Recuperi Russo 3, Plus/Minus Vandenberg +1.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket, sfida difficile in casa contro Faenza

9 novembre 2018

PalermoFaenza

AndrosBasket Palermo attesa da un test davvero complesso, sabato al PalaMangano alle ore 18, contro l’Infinity Bio Faenza, appaiata con le palermitane al secondo posto in classifica.
Dieci punti in sei partite per la formazione faentina, ottimo inizio di campionato e il miglior attacco del torneo, proprio davanti a quello delle siciliane. Quando si nomina Faenza, non può che venire in mente il confronto diretto della scorsa stagione, quando la formazione romagnola ha vinto la finale Playoff del Girone Sud: una fase del campionato in cui è salito vertiginosamente il rendimento di giocatrici come Morsiani e Soglia tra le lunghe, Schwienbacher e Franceschelli tra le esterne. Il reparto esterne di Faenza è tra l’altro rinforzato quest’anno da giocatrici come Meschi e Zanetti (una ex), di ottima qualità. Ma parlando di Faenza non si può che parlare della giocatrice più decisiva: Simona Ballardini, icona della nostra pallacanestro e deus ex machina della squadra, indiscutibilmente l’osservata speciale dell’incontro.
AndrosBasket di certo non è al momento di forma ideale con la rotazione che contro Forlì si è ridotta ancora: a Paola Novati, per cui è stata confermata la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, si è aggiunto l’infortunio alla mano di Adriana Cutrupi. Per via di queste assenze, sicuramente la bilancia dei pronostici non pende dalla parte delle palermitane contro una formazione forte e più lunga. Ma gli scorsi Playoff, in cui Faenza ha vinto lo scontro decisivo dopo aver perso abbastanza nettamente entrambe le partite di stagione, possono insegnare solo una cosa (oltre al fatto che i Playoff sono sostanzialmente un altro sport): l’atteggiamento e saper reggere la pressione gioca un ruolo decisivo, forse anche più dell’effettiva qualità in campo.
La palla a due è prevista per le 18, arbitri dell’incontro Giorgio Silvestri di Roma e Antonio Giunta di Ragusa. Diretta streaming della partita sulla pagina Facebook del partner 0766News – Trip Tv.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket: presentazione ufficiale della squadra a Palazzo delle Aquile

8 novembre 2018

presentazione

Importante uscita ufficiale per AndrosBasket Palermo che mercoledì 21 novembre alle ore 17.30 a Palazzo delle Aquile (Piazza Pretoria 1, Palermo) illustrerà, alla presenza del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, la squadra di Serie A2 e il progetto societario per la stagione appena iniziata.
Un evento fortemente voluto dalla società, un’occasione ufficiale per far conoscere la squadra che, attualmente, è in seconda posizione nel campionato con cinque vittorie su sei gare disputate, ma anche per rinsaldare il legame con la città di Palermo. AndrosBasket, formazione più a Sud del torneo, rappresenterà per il quarto anno consecutivo il capoluogo siciliano nel secondo campionato nazionale di pallacanestro femminile: in un girone che conta altre sette regioni e quattordici città rappresentate (per un bacino complessivo di circa 5 milioni di abitanti), la città di Palermo anche quest’anno sarà presente sui campi di gran parte d’Italia.
Graditissima la presenza del Sindaco che, ancora una volta, onora AndrosBasket della sua partecipazione a testimonianza dell’attenzione che le istituzioni cittadine rivolgono allo sport agonistico. Il Comune di Palermo, infatti, nell’ambito di “Palermo – Capitale della Cultura 2018”, ha già affiancato AndrosBasket nella realizzazione del “Memorial Claudia Riva” disputato lo scorso settembre.
Il legame della squadra alla propria città è forte e queste occasioni di incontro vogliono essere un modo per provare a condividere sempre di più.
Appuntamento, dunque, mercoledì 21 novembre alle ore 17.30 a Palazzo delle Aquile per un’importante occasione ufficiale che, speriamo, possa essere di buon auspicio per il prosieguo della stagione.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

Under18, esordio positivo: vittoria contro la Lazùr Catania

6 novembre 2018

dav

Esordio positivo per l’Under18 AndrosBasket che batte 91-13 la Lazùr Catania nel primo match del campionato siciliano a girone unico.
Evidente nel punteggio il gap tecnico tra le due formazioni, con AndrosBasket che ci ha messo un paio di minuti a carburare: strigliata di coach Perseu e D’Amico realizza il primo canestro della stagione. Da lì il primo periodo è in discesa, 28-0 per le palermitane.
Il resto dell’incontro ha i tipici tratti di un match giovanile con la squadra di casa sempre alla ricerca di una difesa aggressiva e d’anticipo e abile a realizzare tanti punti in contropiede. Catania trova il primo canestro con la capitana Baldelli nel secondo periodo e chiude la prima metà 50-3.
Nel resto del match tante rotazioni e lavoro a pieno ritmo di coach Perseu per non far calare la concentrazione al gruppo e cercare di migliorare in vista dei prossimi test. Il finale è 91-13, per AndrosBasket sono cinque le giocatrici in doppia cifra con Nwachukwu, importante per fisicità e atletismo, top scorer a quota 16.
A margine della partita, per AndrosBasket il piacere di rivedersi con un club amico e una bella occasione per ritrovare, da coach avversaria, la grande ex Ileana Aleo. Il pensiero comune della società, in conclusione di un bel pomeriggio di basket, è quello di un grande in bocca al lupo a Ileana nelle vesti di allenatrice delle giovanili!

AndrosBasket Palermo-Lazùr Catania 91-13
AndrosBasket Palermo - Salamone, D’Amico 8, Tumminelli 14, Cappelli, Polizzi 10; Malara 10, Bellanca 4, Caliò 8, Labbruzzo 7, Gioè 12, Lipari 2, Nwachukwu 16. Dir. Acc. Perseu.

Lazùr Catania - Maccio, Musumeci, Baldelli 2, Sanfilippo 4, Pappalardo; Iatino 2, Meli 5, Palermo. Dir. Acc. Aleo

Arbitro - Giosè Brusca di Palermo.
NOTE
Parziali: 28-0, 22-3 (50-3), 23-2 (73-5), 18-8 (91-13).
Falli: AndrosBasket 8 – Lazùr 7.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket, larga vittoria nella trasferta di Forlì

3 novembre 2018

ForliPalermo

Riprende la corsa di AndrosBasket Palermo, che a Forlì batte il fanalino di coda del campionato col punteggio di 44-86.
Palermitane che si presentano nella cittadina romagnola con Novati in meno, sostituita da Caliò, e Casiglia tra le convocate ma indisponibile. La situazione si complica quando nel terzo periodo prende un colpo alla mano Cutrupi ed è costretta a uscire dal campo: fortunatamente la partita è già indirizzata.
Palermo allunga subito le mani sulla partita trovando punti con Vandenberg nella prima fase di quarto e Cupido nel finale: sono della play i punti dell’11-27 a fine primo parziale che indirizzano già la partita. La formazione siciliana si fa valere in difesa recuperando diversi palloni e ottenendo punti facili in transizione e contropiede.
Nel secondo periodo si mette sempre più in evidenza Liliana Miccio che ne mette 10 di fila per il +22 ospite. Dopo i problemi di falli del primo quarto, anche Russo torna in campo con grande energia e dalla panchina emerge anche Cutrupi che riesce sottocanestro a incidere con 5 punti con cui chiuderà la partita. Forlì, salvo qualche sortita sparando da tre punti, non riesce a tenere il passo con AndrosBasket che vola sul 20-51 all’intervallo.
Col punteggio ormai indirizzato, rimane solo da traghettare la partita senza farsi male: ma siccome la sfortuna in questa fase di stagione ci vede benissimo e rema sempre contro Palermo, su una situazione di palla vagante Cutrupi subisce un infortunio alla mano e torna in panchina, condizioni da valutare per la lunga reggina, davvero sfortunata in questo inizio di stagione: prima distorsione alla caviglia poco prima dell’esordio stagionale, ora questo infortunio. Sostanzialmente, Palermo perde un’altra senior per la partita: coach Coppa decide allora ben presto di allungare le rotazioni con Cappelli e Caliò in campo per tanti minuti (17 la palermitana, 13 la siracusana): la risposta è buona, 31-70 a fine terzo quarto.
L’ultimo periodo è decisamente complesso da giocare: tenere alta l’intensità e la concentrazione non è mai facile in queste situazioni. In questo senso una cosa buona per Palermo è utilizzo esteso delle Under che portano 9 punti alla causa, il punteggio finale è di 44-86: sul referto per Palermo la top scorer è Miccio con 27 punti, in doppia cifra anche Vandenberg (doppia doppia con anche 14 rimbalzi catturati), Cupido e Russo. Quinta vittoria stagionale per AndrosBasket, che adesso attende Faenza per un match molto importante: cominciamo già i riti propiziatori, di certo a Palermo in questo momento un po’ di fortuna non guasterebbe.

Medoc Forlì-AndrosBasket Palermo 44-86

AndrosBasket Palermo –  Cupido 12 (4/5, 4/7, 0/2), Russo 10 (2/2, 4/10, 0/1), Miccio 27 (9/10, 3/6), Verona 6 (3/7, 0/1), Vandenberg 13 (1/2, 6/12); Cappelli 4 (2/8), Manzotti 3 (0/2, 1/6, 0/3), Cutrupi 5 (1/3, 2/3), Caliò 4 (2/3), Casiglia ne. All. Coppa, Vice: Giordano.
(T2: 33/65, T3: 4/16, Rimbalzi: 51, Recuperi: 13, Perse: 11, Assist: 19)

Medoc Forlì Martines (0/3), Zavalloni 7 (2/2, 1/2, 2/6), Gramaccioni 7 (2/5, 1/4), Pieraccini 14 (4/6, 5/10), Juric 4 (2/6); Puggioni 3 (0/1, 1/6), Boni (0/1, 0/1), Vespignani 5 (3/3, 1/1), N. Duca (0/4), E. Duca 4 (2/4), Conti (0/4). All. Balistreri, Vice: Bagnoli, Bucci.
(T2: 18/45, T3: 4/16, Rimbalzi: 32, Recuperi: 12, Perse: 12, Assist: 10)

Arbitri – Daniele Sidoli di Vezzano sul Crostolo (RE) e Sara Canali di Gandino (BG).

NOTE
Parziali: 11-27, 9-24 (20-51), 11-19 (31-70), 13-16 (44-86).
Falli: AndrosBasket 11 – Forlì 14. Tiri liberi: AndrosBasket 8/14 – Forlì 9/11.
Top statistiche AndrosBasket: Rimbalzi Vandenberg 14, Falli subiti Cupido/Vandenberg 4, Assist Russo 6, Recuperi Cupido 5, Plus/Minus Miccio +46.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket prova a riprendere la corsa, in trasferta c’è Forlì

2 novembre 2018

ForliPalermo

Dopo la prima sconfitta stagionale, AndrosBasket Palermo chiamata subito a una reazione sabato alle ore 16.30 a Villa Romiti contro la Medoc Forlì.
Una partita da non sottovalutare quella contro le romagnole, ancora ferme a quota zero in classifica. Le forlivesi hanno uno degli organici più giovani dell’A2, con le ’98 Pieraccini, Gentile e Balestra a fare “da chioccia” a un gruppo di Under 20 agguerrite. Anche la straniera è di prospettiva: la lunga, in tutti i sensi (196 centrimetri d’altezza!), del 2001 Josipa Juric, croata, in crescita nelle ultime partite: la squadra di Balistrieri, in casa, cercherà di dare filo da torcere alle palermitane.
AndrosBasket in trasferta con un organico decisamente più corto rispetto al solito: nelle dieci per la trasferta saranno presenti sia Casiglia, ancora indisponibile, che Caliò in sostituzione di Novati, ovviamente fuori dopo il brutto infortunio della scorsa settimana. La numero 5 della squadra palermitana sarà soggetta nei prossimi giorni a ulteriori valutazioni per stabilire i tempi di recupero dopo l’impatto subito da Zelnyte la scorsa settimana. Il gruppo, in settimana, ha potuto godere di un giorno di riposo extra, per la chiusura comunale del PalaMangano disposta per Ognissanti nella giornata di giovedì: un’occasione per ricaricare le pile, fisiche e nervose. Liliana Miccio, ala dell’AndrosBasket, presenta così il match (clicca sotto per l’intervista):

Immagine anteprima YouTube

La palla a due è prevista per le 16.30, arbitri dell’incontro Daniele Sidoli di Vezzano sul Crostolo (RE) e Sara Canali di Gandino (BG). Diretta streaming della partita sulla pagina Facebook del partner streaming 0766News – Trip Tv.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

AndrosBasket, contro Campobasso prima sconfitta stagionale

27 ottobre 2018

PalermoCampobasso

Si ferma a quattro la striscia positiva di AndrosBasket Palermo, sconfitta 50-57 dalla Magnolia Campobasso al PalaMangano in una partita fisica e intensa.
Il risultato è lo specchio di una partita con tanti errori da entrambe le parti, con le ospiti brave a sbagliare meno e quindi meritevoli della vittoria. In casa AndrosBasket la consapevolezza che questa stagione è un percorso e partite del genere sono non da dimenticare ma da attenzionare ancora di più, per lavorare sugli errori ed esser pronti al momento giusto. Certo, per le palermitane anche qualche recriminazione, con l’infortunio occorso nel secondo quarto a Paola Novati, che aveva avuto un fantastico impatto sulla partita: un episodio che ha ulteriormente accorciato la rotazione di AndrosBasket.
Andando con ordine, è Campobasso a realizzare i primi punti con Ciavarella, AndrosBasket dall’altra parte risponde con Miccio, Russo e Verona: ma sono le molisane a chiudere avanti la prima frazione col punteggio di 11-14.Palermo si ritrova a rincorrere subito e non si tira indietro, il secondo quarto difensivo è molto buono per le siciliane che concedono solo otto punti. Ottimo impatto di Paola Novati che segna due canestri di fila, poi il brutto episodio che segna la partita: fallo più vicino al football americano che alla pallacanestro di Zelnyte e nell’urto si gira il ginocchio della comasca, fuori per la partita. Tuttavia, non ci sentiamo di demonizzare la giocatrice lituana e il suo intervento totalmente privo di coordinazione. Va poi dato atto alla sportività delle sue compagne che si sono tutte sincerate delle condizioni di Novati durante e al termine della partita, dando una bella lezione di classe italiana: archiviamo l’episodio come una parentesi sfortunata. Nonostante ciò AndrosBasket non si abbatte e chiude sul 26-22 il primo tempo grazie a un buzzer beater di Verona.
Nel terzo periodo grande equilibrio con le due squadre che si scambiano colpo su colpo, Bove apre bene la ripresa per la Magnolia, dall’altra parte è Cupido a tenere in piedi AndrosBasket giocando una partita aggressiva e generosa. Ma la formazione palermitana perde troppi palloni e chiude il terzo quarto sul 41-41.
Nell’ultima frazione il break decisivo di Campobasso con protagonista Marangoni: è lei a dare il +10 alle ospite. Coach Coppa decide di puntare su un quintetto piccolo e aggressivo che dà i frutti sperati, di voglia e grinta Russo e Verona avvicinano AndrosBasket sul -3. Una tripla di Ciavarella però chiude definitivamente i conti, arriva il 50-56 per le campobassane che rimangono dunque imbattuti, un libero sempre della romana nel finale fissa il 50-57. Nel finale è festa grande per le campobassane.
Una sconfitta che va presa con le molle, non solo perché arrivata con una squadra molto forte e difensivamente preparata: ma perché su questo risultato si può lavorare bene e nei modi giusti in palestra, consapevoli che il campionato non si decide a ottobre e che anche gli incidenti di percorso fanno parte di un processo in cui riporre sempre la massima fiducia.

AndrosBasket Palermo-Magnolia Campobasso 50-57
AndrosBasket Palermo –  Cupido 11 (4/9, 1/3), Russo 10 (8/10, 1/6), Miccio 14 (2/2, 3/9, 2/7), Verona 5 (1/4, 2/9), Vandenberg 4 (2/2, 1/3); Manzotti 2 (1/7, 0/5), Novati 4 (2/3), Cutrupi, Caliò ne, Tumminelli ne, Salamone ne, Cappelli ne. All. Coppa, Vice: Giordano, Gemelli.
(T2: 14/42, T3: 3/16, Rimbalzi: 42, Recuperi: 2, Perse: 18, Assist: 9)

Magnolia Campobasso Porcu 4 (2/7, 0/1), Di Gregorio 9 (2/2, 2/10, 1/2), Ciavarella 18 (4/5, 4/7, 2/6), Bove 8 (4/9), Zelnyte 6 (3/6, 0/2); Marangoni 8 (1/2, 2/3, 1/2), Reani 4 (2/2, 1/3, 0/2), Sammartino ne, Falbo ne. All. Sabatelli, Vice: Filipponio, Anzini.
(T2: 18/45, T3: 4/16, Rimbalzi: 32, Recuperi: 12, Perse: 12, Assist: 10)

Arbitri – Vincenzo Agnese di Barano d’Ischia (NA) e Marcello Manco di San Giorgio a Cremano (NA).

NOTE
Parziali: 11-14, 15-8 (26-22), 15-19 (41-41), 9-16 (50-57).
Falli: AndrosBasket 19 – Magnolia Campobasso 18. Tiri liberi: AndrosBasket 13/18 – Magnolia Campobasso 9/11.
Top statistiche AndrosBasket: Rimbalzi Verona 10, Falli subiti Russo 7, Assist Verona 3, Plus/Minus Novati +6.

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao